Tempo di lettura: 3 minuti

Come vi recate al supermercato per acquistare gli ingredienti necessari alla preparazione di un piatto gustoso, realizzare un documento di brief completo, vi permetterà di raggiungere l’obiettivo con precisione e nel minor tempo possibile. Questa regola vale anche per la realizzazione di qualsiasi altro progetto semplice o complesso che sia.

Nel campo pubblicitario il documento che riassume tutte le informazioni utili e rilevanti ai fini dello sviluppo di un marchio, di una campagna, di un piano mezzi, o di una ricerca di marketing, viene chiamato Brief ed è spesso destinato alle agenzie pubblicitarie, ai centri media o agli istituti di ricerca. Si può parlare anche di creative brief, quando questo documento viene redatto dall’account, nominato dall’agenzia di riferimento, per i creativi che devono elaborare le proposte e preparare i materiali di presentazione al cliente. Il gruppo creativo ha infatti il compito di individuare il concept, ossia l’idea di fondo del progetto che dovrà convincere i consumatori ad avvicinarsi al marchio, ad acquistare il prodotto o il servizio pubblicizzato.

Realizzare un brief completo non è cosa semplice, ma per avere un progetto di successo, che si sposi con gli obiettivi dell’azienda, è necessario fare uno sforzo maggiore nella fase iniziale e raccogliere il maggior numero di informazioni per evitare di proporre al cliente idee deboli o fuori target, che porterebbero alla lunga a far perdere la fiducia nella nostra figura professionale al nostro interlocutore.

È bene quindi prima di qualsiasi operazione conoscere con perfezione il mondo del cliente attraverso un colloquio a voce o la compilazione di un questionario, iniziando da alcune semplici domande: “Che cosa fa la tua attività? Qual è la storia e la mission della tua azienda? Quali sono i tuoi competitor e cosa ti differenzia da essi?”. Queste semplici domande vi apriranno sicuramente la porta ad altri quesiti, magari prima sconosciuti, che vi aiuteranno a fare chiarezza sulle dinamiche vicine al settore di riferimento e sugli obiettivi che il cliente vuole raggiungere.

Altre informazioni importanti da reperire prima di costruire il linguaggio e il visual da utilizzare sono il target o pubblico di riferimento, il canale di distribuzione ed il budget a disposizione.
Capirete ora che più informazioni sono in nostro possesso, più sarà semplice realizzare un progetto che si avvicini all’idea creativa che il cliente ha elaborato nella sua testa ancor prima di contattarvi.

Seguendo il brief aumenterete il coinvolgimento nel progetto del cliente, ottenendo un ascolto più profondo che renderà più facile la comprensione della vostra proposta creativa.

Come ultima cosa, non scordatevi di offrire un buon caffè al vostro interlocutore, questo vi aiuterà sicuramente a migliorare il livello di affinità nella conversazione.