Questione di tatto:
tutti i tipi di carta da stampa

Ciò che uno stampato comunica è strettamente legato anche al tipo di carta che viene scelto per la sua realizzazione. Dal punto di vista sensoriale, infatti, la carta coinvolge innanzitutto il tatto, per cui sarà diverso accarezzare un prodotto stampato su una carta usomano, più porosa, piuttosto che su una carta patinata opaca o lucida.

La carta utilizzata influisce anche sull’impatto visivo dello stampato, dando più o meno risalto e brillantezza ai colori. Insomma, a seconda del tipo di prodotto di cui avete bisogno, della sua destinazione d’uso e del messaggio che intendi comunicare, la scelta ricadrà su un tipo di carta da stampa piuttosto che un altro.

Carte di un certo “peso”.

Oltre alla tipologia, riveste altrettanta importanza anche la grammatura della carta: in base al tipo di prodotto e soprattutto all’utilizzo a cui è destinato, dovrà infatti essere più o meno spessa (dai 60 ai 300 grammi), fino ad arrivare al cartoncino.

Carte utilizzateCarte utilizzate

Contattaci, saremo lieti di offrirti un caffè!

Carte utilizzateCarte utilizzate
Carte utilizzate

Avrai l’imbarazzo della scelta.

Per garantirti una vasta scelta e un’alta qualità del prodotto finito, siamo da anni partner delle migliori cartiere e distributori europei. Potrai vedere e toccare con mano tutti i tipi di carta da stampa tramite il nostro ricco campionario e, se non saprai scegliere, ti aiuteremo noi…Siamo qui per questo.

carta usomano

Carta
usomano

Si tratta di un tipo di carta naturale, porosa, morbida in grado di dare una sensazione di naturalezza al tatto. È adatta per un tipo di stampato sul quale scrivere molto testo, in quanto assorbe facilmente l’inchiostro: è il caso ad esempio di block notes, carta intestata e planning.